IL COMUNE DI MALBORGHETTO-VALBRUNA PRONTO AD OSPITARE "VICINO/LONTANO"


Non ha ancora chiesto scusa, l'assessore Cigolat, alla famiglia Terzani. Evidentemente è convinto del proprio pensiero, ma è pur vero che egli, in qualità di rappresentante dei cittadini, non può dire quello che vuole immaginando che tutti la pensino come lui, soprattutto per le parole usate nei confronti del grande giornalista e scrittore.
Tutto è partito da un finanziamento comunale ridotto all'osso che, per una sagra generica potrebbe risultare più che soddisfacente ma, per una manifestazione ad alto tasso culturale come "vicino/lontano", assai scarno.
Tuttavia ci potrebbe anche stare una problematica finanziaria, risolvibile col dialogo civile e il buon senso, purtroppo neppure percepiti, oltre alle offese rivolte a Tiziano Terzani.
Eppure, volendo, come l'assessore Cigolat immaginiamo sappia, il materiale informativo atto alla conoscenza approfondita di Terzani non manca. Documentari, libri e anche un film, interpretato dall'attore Bruno Ganz, recentemente scomparso.
Notizia odierna è l'interesse del Comune di Malborghetto-Valbruna, rimasto orfano - scippato? - di "Ein Prosit" - guarda caso in partenza per Udine - per dare ospitalità a vicino/lontano, molto probabilmente in forma gratuita, presso il palazzo Veneziano. Una formula che dovrebbe realizzarsi in quanto il regolamento per l'utilizzo della struttura consentirebbe, nel caso di limitata connotazione commerciale, l'uso gratuito dell'edificio.
"Malborghetto è culla della pluricoltura e del multilinguismo dove identità opposte sono abituate, da secoli, a convivere pacificamente. Questo fatto costituisce un’affinità con il pensiero e l’insegnamento del giornalista e scrittore Tiziano Terzani. Portare vicino/lontano in Valcanale significa lanciare il vero messaggio della ricchezza del migliore brand che abbiamo, vale a dire la multiculturalità e il plurilinguismo presenti in pochi chilometri quadrati". Questa la dichiarazione e l'invito agli organizzatori di "vicino/lontano" del primo cittadino Boris Preschern.