LA MADONNA DEL LUSSARI AL GIRO D'ITALIA


Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto; se la Madonna del Lussari non va al Giro d'Italia, il Giro d'Italia va dalla Madonna del Lussari.
Blasfemia a parte la prevista tappa sul Monte Santo di Lussari del Giro d'Italia 2021, ancora in fase di progettazione ma data ormai per certa, sta già scaldando gli animi. Come ogni volta accade abbiamo i favorevoli, i contrari e quelli che, saggiamente, desiderano la pacata discussione per capire meglio il futuro scenario che andrà - forse - a realizzarsi.
Se l'annunciato concerto di Jovanotti, a Plan de Corones, ha fatto saltare i nervi a Reinhold Messner e Mauro Corona, dobbiamo anche dire che l'evento canoro, al confronto con la gara ciclistica, è pari a una bambinata.
Ci sono anche quelli che pensano come vengano certe idee. A che punto della giornata il cervello se ne esca con tali trovate turistiche. Sempre che esse non sorgano nelle lunghe notti insonni, oppure nel dormiveglia, quando l'incubo è in agguato. O forse dipende da quello che uno ha mangiato prima di coricarsi. 
Qualcuno si domanda che male potrà mai fare una sana pedalata agonistica sino in cima ad una montagna dove sorge un monastero? In effetti nessun male, rispondono altri, non fosse che per fare arrivare i ciclisti alla meta bisognerà fare qualche miglioria stradale di non poco conto, e più in avanti, dove sono passate le biciclette, potranno passare pure le macchine e i macchinoni, col rischio futuro di uno scenario ambientale disgustoso, calcolando che il turista moderno - tranne qualche encomiabile eccezione -, prima di fare quattro passi pone in campo ogni alternativa possibile, compresa quella di giungere col proprio autoveicolo anche in cima all'Everest, se fattibile.
Certo è che una strada asfaltata, percorribile in sicurezza, potrebbe avvantaggiare eventuali emergenze dovessero manifestarsi, oltre che rendere maggiormente confortante il transito dei pedoni.
Il dibattito, appena avviato, ed estremamente interessante, potete seguirlo su Tarvisio "Cortina da un pezzo", gruppo facebook sempre sul pezzo - scusateci il gioco di parole - e socialmente utile per il Tarvisiano.